O.E.P.V. e criteri territoriali: il monito del G.A. (TAR NA, sez. III, Ord. caut. 11.11.2021 n. 1915).

Fino a che punto una S.A. può, in sede di codifica dei criteri di attribuzione dei punteggi, premiare i concorrenti solo perchè godono di dotazioni e personale già stabilmente allocato presso i luoghi di esecuzione della commessa?

Il tema è stato recentemente dal TAR Campania che, seppur con i caratteri tipicamente interinali della fase cautelare, ha raccolto la domanda di giustizia di un concorrente estraneo al contesto territoriale di gara.

Nell’Ord. n. 1915/2021, infatti, la sez. III del TAR partenopeo ha equamente ravvisato e sanzionato la natura sostanzialmente escludente delle clausole di cd. premialità territoriale fissate in sede di lex specialis.

Nello specifico, ha ritenuto che “seppur dettate ai fini della valutazione delle offerte tecniche, ad una lettura complessiva, per la consistenza dei punteggi, sono tali da favorire ingiustificatamente le imprese locali penalizzando irrimediabilmente gli operatori economici i quali non dispongano di personale “in servizio nella provincia di xxxxxxx” e di magazzini per ricambi ubicati nello stesso territorio, rendendo così attuale e concreta la lesione della loro situazione soggettiva“.

L’arresto, allineato ai pregressi indirizzi del Giudice amministrativo (cfr., ex multis, Consiglio di Stato, Sez. V, 24.1.2019, n. 605; T.A.R. Toscana, Sez. III, 28.3.2020, n. 371; T.A.R. Campania, Napoli, Sez. V, 12.2.2019, n. 776), risulta di grande pregio e meritevole di considerazione anche nella misura in cui:

  • anzitutto, ha rilevato l’ammissibilità immediata del ricorso, donde la doverosa immediata impugnazione di siffatta tipologia di Bandi, coerente con i principi fissati dalla Plenaria 4/2018 del Consiglio di Stato;
  • e, in ogni caso, ha ritenuto che clausole di questo genere palesano “la violazione dei principi fondamentali di non discriminazione e par condicio nonché di massima partecipazione alle gare, posti a tutela della libera concorrenza“.

Avv. Marcello Russo

 
Comments

No comments yet.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.