Coronavirus: l’Ordinanza 19/2020 della Regione Campania.

construction-1210677_1280

L’emergenza da Coronavirus non ha risparmiato il settore degli appalti pubblici: giungono, anzi, sempre più richieste di supporto da parte di imprese affidatarie di contratti sull’intero territorio nazionale.

Gli Operatori Economici chiedono, in particolare, se sia legittimo in questo momento richiedere la prosecuzione delle attività nonostante i rischi di contagio siano alti e ancora non perfettamente identificati dalle Autorità.

Peraltro, le criticità di gestione di una commessa pubblica sono ancor più rilevanti laddove si consideri che per effetto del D.L. cd. Cura Italia risultano inibite tutte quelle attività complementari (punti di ristoro, alberghi, forniture di minuterie, ecc.) che consentono alle imprese di organizzare al meglio lavori e servizi “in trasferta”.

Nelle brevissime more di adozione di Misure restrittive da parte del Governo Nazionale (annunciate nel corso della conferenza stampa di ieri sera 21.3.2020 dal Presidente del Consiglio dei Ministri ed attese in giornata, N.d.r.) alcune Regioni hanno già emesso provvedimenti in merito.

Tra le prime si segnala la Regione Campania che con l’Ordinanza n. 19 del 20.3.2020, anticipando nei fatti gli analoghi emanandi Provvedimenti nazionali, ha disposto fino al p.v. 3.4.2020, e salvo ulteriori proroghe, per tutti i cantieri privati la sospensione, salva l’adozione delle misure di messa in sicurezza.

Per i cantieri pubblici, invece, sono l’Amministrazione ha dettato una linea di discrimine.

I contratti riferiti alle reti di pubblica utilità, all’edilizia sanitaria e, ancora, alla messa in sicurezza degli immobili, vanno avanti, salva la sospensione e l’adozione entro 5 gg delle necessarie misure di sicurezza sugli ambienti di lavoro.

Per tutti gli altri, viene rimessa in capo alle singole S.A. la qualificazione in merito all’indifferibilità o meno degli interventi in corso o programmati.

Per i lavori indifferibili, entro lo stesso termine (5 gg) citato, devono essere disposti sospensione dei cantieri e adozione delle misure di sicurezza.

Per quelli differibili, di contro, dovrà procedersi alla sospensione fino al 3.4.2020, nei termini comunque ascrivibili alle cause di forza maggiore normate dall’art. 107 del D.Lgs. n. 50/2016.

Il provvedimento è consultabile al seguente link: http://regione.campania.it/regione/it/news/primo-piano/ordinanza-n-19-del-20-3-2020-ulteriori-misure-per-la-prevenzione-e-gestione-dell-emergenza-epidemiologica-da-covid-19

Avv. Marcello Russo

 
Comments

No comments yet.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.